Regione Piemonte

Salame Cotto del Monferrato

Ultima modifica 27 aprile 2018

Il Comune di Ferrere è la sede dell' Associazione dei Produttori di Salame Cotto Monferrato, e a Ferrere sono presenti 4 produttori di questo tipico salume monferrino.

Una IGP per il Salame Cotto Monferrato per ora è il primo obiettivo. La prima pietra per un percorso di qualificazione e promozione di uno dei prodotti più esclusivi quanto tradizionali di una circoscritta area del sud Piemonte è stata posata. L’ha fatto il Gal del Basso Monferrato Astigiano nell’ambito del Programma di Sviluppo Locale della Regione Piemonte, per la realizzazione di un Progetto Salame Cotto Monferrato che tende a fornire un comune quadro produttivo di riferimento a tutti i salumieri e confezionatori di carni suine del territorio monferrino. Il bando, alla cui stesura ha collaborato la Coldiretti di Asti, Camera di Commercio, AgenForm, Onas insieme ai produttodi del Monferrato, principalmente per dare vita ad un disciplinare di produzione che, lasciando intatte le specificità produttive di ogni azienda, fornisca indicazioni “uguali per tutti”per quanto riguarda l’approvvigionamento della materia prima, l’origine, e la qualità di queste ultime.

Nel 2015 Il Comune di Ferrere ha organizzato un evento intitolato "il salame cotto monferrato incontra la barbera" in collaborazione col Comune di San Damiano d'Asti per la valorizzazione dei 2 prodotti. Il salame cotto Monferrato ha ottenuto uno spazio al Salone del Gusto di Torino all' interno dello stand della Regione Piemonte, per far conoscere il prodotto se ne è parlato in una conferenza con l' Assessore all' Agricoltura Giorgio Ferrero, al termine è stato possibile far una degustazione con i numerosi visitatori. 

Nel 2016 l'ONAS (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Salumi) in collaborazione col Comune di Ferrere ha organizzato il suo corso per 2 giorni di aggiornamento a docenti ed assaggiatori.150 degustatori da tutta Italia sono stati ospitati per il convegno nella Chiesa dei Batttui e in Casa Carolina, hanno alloggiato nelle strutture di Ferrere e di paesi limitrofi.

Nel 2018 a ferrere si svolge un corso, di qualificazione per la produzione di carni, organizzato con l'agenzia di formazione AgenForm e la Regione Piemnte dove partecipano 18 giovani da tutto il Piemonte.