Regione Piemonte

Ferrere Miele

Ultima modifica 24 ottobre 2018

La manifestazione, che quest'anno è giunta alla quinta edizione, ha avuto lo scopo di promuovere e valorizzare la produzione apistica regionale che, pur rimanendo un piccolo comparto dell'attività agricola, ha raggiunto ottima qualità ed elevata diffusione territoriale, integrando anche il reddito delle aziende agricole, grazie a competenza, professionalità e dedizione. L'ultimo anno sono giunti all’Istituto Zooprofilattico di Asti con la direzione della Dr.ssa Paola Mogliotti del centro Apistico Regionale, oltre un centinaio di campioni di miele, per essere analizzati e giudicati, risultato davvero eccellente, vista l’annata particolarmente caratterizzata da scarse produzioni degli apicoltori piemontesi. L’attività degli apicoltori infatti sta diventando sempre più difficile, perché bisogna intervenire in modo sempre più complesso per salvaguardare le api e il loro ambiente.

Il Comune di Ferrere, che è il paese astigiano con il più elevato rapporto tra abitanti e numero di alveari, fa da sfondo alla suddetta manifestazione che è ormai diventata un evento di successo, molto apprezzato dai ferreresi e dai numerosissimi turisti. Per i visitatori che giungono a Ferrere, ci sono il miele e tutti i prodotti dell’alveare, con le loro importanti proprietà benefiche e nutritive, ma anche il “Salame Cotto Monferrato” e altri salumi d’ eccellenza, i vini dei produttori locali, la frittata fatta con le uova a basso contenuto di colesterolo, le nocciole, il nobile tartufo, che cresce in abbondanza in queste vallate e altro ancora nelle bancarelle sulle piazze di Ferrere, per chi ama trovare pezzi di artigianato. Ogni anno si rinnovano le animazioni, le sfilate di auto storiche, l'esposizione di Ferrari e altre Supercar, fisso è però l'appuntamento con musica, mostre di pittura e la tradizionale mietitura del granoturco con esposizione di antiche macchine agricole.

Il programma della giornata è sempre molto fitto: la fiera apre i battenti alle ore 9:00 con più di 60 bancarelle posizionate nella piazza del Castelvecchio (sede degli uffici municipali), nella piazza delle scuole, dove viene allestito lo stand della ProLoco per il pranzo dalle 12:30 alle 15:00 a base di polenta, formaggi, salumi, miele e  buon vino. A seguire la premiazione dei mieli migliori del Piemonte. Altre bancarelle sono presenti lungo la salita che porta alla sconsacrata Chiesa dei “Battuti”. Numerosi gli ospiti e le attrazioni, che cambiano ogni anno.